Il pane della Valle di Lesachtal patrimonio mondiale dell’umanità

Nei tempi passati l’alta valle era molto difficile da raggiungere e la sopravvivenza era complicata. Per questo si pensò di coltivare grano che veniva macinato con cura e perizia nei tanti mulini ad acqua esistenti. A Maria Luggau ne esistono ancora cinque, perfettamente restaurati e ancora funzionanti che vengono usati regolarmente per macinare il grano. Coltivare il grano, macinarlo e infornare pane a Lesachtal è una vera tradizione. Ancora oggi per molte famiglie trasmettersi le ricette per fare del buon pane da generazione in generazione è una questione d’onore. All’impasto si da il tempo di lievitare lentamente prima di essere infornato e cominciare ad emanare il buon profumo. Il pane della Valle di Lesachtal è stato dichiarato dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità. Tre contadine infornano e consegnano il loro speciale pane all’Almwellness-Resort, dove potrete gustarlo tutti i santi giorni.

Abbiamo l'onore di presentarvi qui di seguito alcuni prodotti regionali:

  • Il nostro eccellente pane di Lesachtal proviene dalla fattoria “Leachner” di Lugger Theresia a Maria-Luggau, dalla fattoria “Pergila” di Maria Salcher a Maria-Luggau, dalla fattoria “Jörgis” di Kathrin Unterweger a Liesing.
  • Il burro proviene dalla fattoria “Hofna” Waldner Johann a Maria-Luggau e dalla fattoria “Andola” Manfred Obernosterer a St. Lorenzen.
  • Lo speck, gli insaccati e le specialità di carne sono prodotti dalla macelleria Salcher, Salcher Markus di St. Lorenzen.
  • I diversi formaggi duri e teneri sono della fattoria "Baierlehof", della Familie Pernul di Goderschach
  • ...e anche del caseificio “Tressdorfer Alm” della famiglia Oberluggauer.
  • ...e della fattoria “Jörgis” di Kathrin Unterweger a Liesing.
  • Lo speck, gli insaccati e le specialità di carne provengono anche dalla macelleria Kastner di Kötschach Mauthen.
  • Pane e panini sono di produzione del panificio Obererlacher di Obertilliach.
  • Le verdure stagionali sono i prodotti della "Gemüsefarm Kollmitzer", Norber Kollmitzer di Würmlach.
  • Il pesce fresco arriva dall'allevamento Zank di Gundersheim.
  • ...da "Alpenlachs" di Obervellach.
  • Le marmellate sono della ditta Unterweger di Thal-Assling.
  • Il mais bianco è di Sepp Brandstätter di Würmlach.
  • Le gocce di proposi, il met e gli altri prodotti a base di miele sono di Supersberger Franz a St. Lorenzen.
  • Il miele della Valle del Gail dell’apicoltore Presslauer di Kötschach-Mauthen.
  • Cioccolato da bere e da mangiare di Pichler Hans-Gerhard di Sillian.
  • Liquori e gin sono della distilleria Naturbrennerei Kuenz di Dölsach.
  • ...Werne Holzfeind di Mandorf.
  • ...Distilleria Schwarzer di Lienz.
  • Birra Loncium dal birrificio Lonicum di Mauthen
  • Cuscini e cuscinetti di fieno, bagni di fieno sono della famiglia Manfred Guggenberger di St. Lorenzen
  • Bagni di fieno provenienti dall'alpeggio di Mussen di Maria & Werner Lexer da St. Jakob
  • Te aromatici, sali aromatici, succhi e crème di Simone Matouch “Kräuterwerkstatt Lesachtal” di Liesing
  • I prodotti di bellezza usati nella “Sunnseit’n by Almwellness Resort Tuffbad ****superior” dalla distilleria di olio di pino nano Unterweger di Thal-Assling
  • Le mele vengono dalla fattoria biologica Heinrich Reifer di Vahn/Trentino Alto Adige
  • La birra alla spina "ALMBIER" proviene dalla birreria "Falkensteinbrauerei" di Lienz

TIPP! Ricetta per il pane fatto in casa

  • 500 gr di farina integrale di segala
  • 100 gr di farina di grano, 100 gr di lievito
  • circa ¾ l di acqua
  • 1 cucchiaio di sale
  • una miscela di erbe aromatiche tipica della zona chiamata “Brotklee”
  • 2 cucchiaini di cumino
  • ½ cucchiaino di coriandolo

Mescolate la farina con gli aromi e le spezie, aggiungete il lievito sciolto con un po’ d’acqua tiepida e impastate il tutto fino ad ottenere una massa morbida. Lasciate riposare l’impasto in un luogo caldo. Poi create delle forme chiamate “Paarien“ e “Vinschgerlen“ oppure se l’impasto ha una buona consistenza si possono realizzare due pagnotte. Ponete le forme di pane su una teglia abbondantemente infarinata e lasciatele riposare ancora un po’. Poi infornatele e fatele cuocere a 210° per circa 20 o 30 minuti (la pagnotta cuoce a 180°-200° per 50-60 minuti).

websLINE-Professional (c)opyright 2002-2018 by websLINE internet & marketing GmbH

Un grazie
per ogni mi “piace”

Con un solo clic potete consigliare
questa pagina agli amici.

Grazie!